Affinità CPU: cos’è e come si regola su Windows

Affinità CPU: cos’è e come si regola su Windows

Giugno 5, 2019 Off Di Redazione

Con le ultime generazioni uscite, il nostro processore è diventato sempre più potente… e numeroso. Si può infatti dire che certe CPU hanno così tanta potenza da apparire fino ed oltre 7 processori nel nostro sistema operativo. Sì, anche quelle che di regola vengono rappresentate come Quad Core (4) o Six Core (6). Chiaramente c’è molto da spiegare su come funziona la tecnologia che lega i processori al sistema operativo, ma parliamo piuttosto di affinità.

Cos’è l’affinità CPU

Quando eseguiamo un qualsiasi programma, Windows assegna l’affinità. Solitamente questa è il massimo riportato dal programma, quindi se ad esempio il programma “Word” può usare un affinità di CPU fino a 10, in tal caso Windows controllerà quanti processori sono presenti e li assegnerà tutti a Word.

Naturalmente ciò non significa che Word inizierà ad usare tutto il processore. Ci sono altri sistemi in uso su questo fattore, come il calcolo preventivo di ciò che probabilmente faremo (ciò che ha provocato la vulnerabilità Meltdown e Spectre in fondo) o le funzioni integrate come lo Speedstep dell’Intel.

LEGGI ANCHE: Linux Lite ha uno script automatico contro Meltdown e Spectre

Per dirla chiara e tonda, anche se un programma ha l’affinità di 7 CPU non le sfrutterà mai tutte al 100% se questo non richiede naturalmente quella precisa potenza.

Ma andiamo per gradi. Mettiamo che un programma risulta fastidioso e vogliamo dar lui solo una certa affinità di processori. Come possiamo sistemarlo a dovere?

Per prima cosa dobbiamo capire quante “CPU” abbiamo nell’affinità. Per fare ciò in maniera rapida, apriamo la gestione attività. Possiamo fare ciò premendo la combinazione CTRL+SHIFT+ESC. Una volta aperto, andiamo in Dettagli. Cerchiamo un qualsiasi programma e clicchiamo con il tasto destro. Troveremo una scelta chiamata “Imposta Affinità”. Ci verrà quindi mostrata la quantità di processori.

Nota: per Windows 10 è probabile che Gestione Attività si aprirà senza segnalibri. Potete estendere tutte le scelte disponibili cliccando su “Più dettagli”.

Come personalizzare l’affinità di CPU

Adesso che sapete quanti processori utilizzare, è tempo di personalizzare il programma per usare l’affinità scelta da noi.

Tutto quello che ci basta fare è creare un collegamento al programma (o usare quello già presente). Fatto ciò, clicchiamo con il tasto destro sul collegamento ed andiamo in proprietà.

Sotto destinazione possiamo usare il comando “/affinity“ grazie al quale possiamo impostare il numero di CPU da usare. Altrimenti, potete sempre regolare l’affinità dei processori con Gestione attività, come avete appena visto!