Come effettuare la protezione PC su MacOS

Come effettuare la protezione PC su MacOS

Giugno 10, 2019 Off Di Redazione

Stai cercando informazioni su come assicurarsi la protezione PC sul tuo sistema MacOS? Diciamolo chiaramente: MacOS è conosciuto per essere il sistema operativo più sicuro esistente, ma non è naturalmente invincibile. Come qualsiasi programma, può essere modificato in presenza delle giuste circostanze, anche se queste sono malevoli.

Se quindi siamo degli utenti che hanno un iMac o Macbook, cosa possiamo fare per limitare i rischi di danneggiare il nostro MacOS e come fare per assicurarci la protezione del nostro computer?

Il primo passo per la protezione PC: aggiornate costantemente il sistema operativo MacOS

MacOS ha le sue protezioni integrate. Ha ad esempio il sistema XProtect, il quale non è veramente messo a disposizione dell’utente ma allo stesso modo è attivo 24 ore su 24. Tutto quello che ci basta sapere è che per ottenere la massima protezione dobbiamo tenere aggiornato il nostro MacOS. Ricordatevi che la Apple tiene molto a cuore la sicurezza degli utenti, a volte tappando le falle di sicurezza anche a distanza di qualche giorno. Gli aggiornamenti sono completamente automatici, basta rimanere connessi alla rete.

LEGGI ANCHE: Virus e malware su Apple Mac OS: ecco come rimuoverli

Criptate il vostro HDD/SSD se possibile

Con FileVault, i vostri file più importanti vengono criptati. Questo tipo di protezione PC è importante se qualcuno accede ai nostri dati senza una password: tutto quello che può leggere in tal caso è solo una fila di testo confuso (e file che semplicemente non possono essere aperti). Ogni iMac o Macbook di ultima generazione ha una speciale parte della sua composizione hardware dove viene stipata la chiave di decriptazione (il chip T2) e ciò rende molto difficile per le infezioni rubare i nostri dati.

Siate cauti, attenti e installate solo software affidabile

Non esistono molti virus che MacOS può prendere dalla rete con la semplice navigazione, ma i luoghi dedicati specialmente per i prodotti Apple sono il primo bersaglio degli hacker: in questo caso, ci riferiamo all’Apple Store. Anche se ogni tanto viene ripulito per bene, qualche programma non affidabile scappa sempre. Controllate con attenzione il programma che volete installare! Inoltre, non installate programmi da siti esterni, a meno che non siete completamente sicuri del contenuto.

Disabilitate i buchi di sicurezza creati da Java e Flash

Entrambi sono disabilitati da parte di Apple, ma magari, per qualche errore vostro o del sistema, sono rimasti attivi. Vanno assolutamente disabilitati poiché provocano grossi buchi di sistema. Potete disabilitarli all’interno di Safari se vi preoccupa solo la parte della navigazione, o anche all’interno di MacOS per bloccare completamente l’attività di questi plug-in.

Nel caso, non dimenticate che esistono programmi fatti apposta per aggiungersi a quelli già esistenti, per una protezione in più. Questi sono Malwarebytes antimalware e Sophos, fra i più famosi.