Tecnologia facile per tutti.

Come scegliere una scheda audio nel 2021

Siete alla ricerca di una scheda audio che vi permetta di registrare la vostra musica sul pc con la migliore qualità possibile? Magari senza spendere cifre elevatissime? Se non sai da dove cominciare questo è l’articolo che fa per te!

92

Quando si tratta di scegliere un articolo di tecnologia può non essere sufficiente il parere di un amico, sicuramente dato col cuore ma con un’esperienza limitata al suo uso personale: l’amico avrà provato probabilmente una sola scheda audio e consiglierà, se si è trovato bene, solo quella. E se invece chiedessimo a chi, per lavoro, prova più sistemi di questo tipo? L’ideale sarebbe rivolgersi a dei musicisti, che avranno un orecchio pronto e allenato; musicisti che sicuramente conosceranno altri musicisti e si saranno scambiati le esperienze. Sfogliando le pagine online è possibile trovare i punti di vista di addetti al settore musicale, ad esempio su https://www.blog.federiscores.it/ , dove a consigliare le attrezzature musicali sono proprio coloro che per primi le usano per lavoro. Quali migliori amici per farci aiutare?

Cosa mi serve

Una scheda audio può servire per tre usi principali:

  • Produrre in-the-box
  • Registrare
  • Mixare

Una volta capito per quali dei tre usi mi serve (può darsi anche che mi serva a più di una sola delle tre voci), la domanda di tutto è: che cosa sto cercando, in definitiva? Quanto sono disposto a spendere?  Facciamoci delle domande:

  • Per cosa voglio usare la scheda audio?
  • La scheda va collegata a un sistema windows o mac (non tutte le schede sono valide con entrambi)?
  • Mi serve per un uso casalingo o professionale?
  • Quanto è importante per me che sia facile da installare?
  • Ho bisogno di un ingresso per cuffie?
  • Di quanti ingressi ho necessità?
  • Mi piacerebbe che la scheda fosse anche bella da vedersi e quindi più intuitiva da usare?
  • È determinante la qualità del suono?

Queste domande presentano risposte precise e specifiche, ma rispondendo, anche per iscritto, avremo una nostra mappa personale che ci indirizzerà.

Tenete presente che il numero di ingressi è variabile tra 1 e 20 (con la possibilità per alcuni modelli di espanderli): maggiore è il numero di prese, più professionale è la scheda. Inoltre un ingresso per le cuffie rimane un parametro di scelta preferenziale, anche nel caso di un uso prettamente casalingo: riascoltare quanto registrato in cuffia aiuterà a concentrarsi sugli effetti prodotti dalla musica e a capire se sono proprio quelli che vogliamo comunicare.

Quanto è giusto spendere

Il prezzo di partenza, per un prodotto con una buon rapporto qualità/prezzo è circa di 100 euro. Già intorno a questa cifra si possono trovare prodotti di buon livello; non sempre prezzo alto è sinonimo di alta qualità, dipende sempre dalla politica della casa di produzione (e come sempre dal fatto se è inerente a quello che stiamo cercando). Se vogliamo una scheda audio per uso casalingo, questa cifra è quella giusta da spendere.

Tra i 200 e massimo i 400 euro si possono trovare prodotti buoni per un uso professionale, mentre sarà utile spendere più di 400 euro se siamo interessati ad avere il top delle schede audio.

Qualsiasi sia la vostra scelta, l’importante è che cerchiate di avere le idee chiare sul come deve essere la vostra scheda audio. Buona ricerca!

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy